POliCettiVO®

Ricalibrazione posturale attraverso il sistema policettivo. I recettori cutanei e le loro funzioni.

Ricalibrazione posturale attraverso il sistema Policettivo®

La postura è un aspetto fondamentale della salute e del benessere fisico. Una postura scorretta può causare dolori muscolari e articolari, problemi respiratori e persino problemi psicologici. Fortunatamente, la ricalibrazione della postura attraverso l’esercizio fisico è un modo efficace per migliorare il portamento del corpo e prevenire gli effetti negativi di un atteggiamento scorretto.

Alcune condizioni posturali non possono essere cambiate a causa di patologie croniche o malformazioni fisiche, ad ogni modo, l’esercizio fisico e le terapie volte a riordinare gli equilibri posturali, possono offrire un benessere duraturo, ma soprattutto condurre la persona ad avere una vita meno sofferta e gli permette di ritrovare la sensazione positiva di salute globale.

Il sistema Policettivo, si avvale di tecniche innovative, utilizzando tecnologie semplici e strumenti studiati a doc, per migliorare ogni aspetto della forma fisica, ma in particolare per interagire direttamente attraverso il sistema tonico posturale del corpo, riorganizzando gli schemi motori, migliorandoli e affinandone le capacità reattive. Il sistema Policettivo offre ottimi risultati proprio perché è in grado di stimolare in modo attivo i recettori cutanei podalici, permettendo così di interagire direttamente nelle vie ascendenti di modulazione tonica nel sistema posturale.

L’esercizio fisico può essere un modo efficace per ridurre il dolore e migliorare la mobilità. Le attività a basso impatto, come camminare e nuotare, possono contribuire a ridurre il dolore e la rigidità articolare, ma se la postura è scorretta, risulta sconveniente praticare ogni tipo di sport, in quanto le articolazioni, i muscoli, o l’intero sistema ne soffre. La riabilitazione motoria specializzata e seguita da Fisioterapisti qualificati è l’atto terapeutico raccomandato, ma anche lo yoga e il pilates o il fitness leggero possono contribuire a migliorare la flessibilità e a ridurre la tensione muscolare. L’allenamento di resistenza può aiutare a rafforzare i muscoli deboli e a migliorare l’equilibrio, ma è sempre sconsigliato fare attività fisica intenza qualora la postura non sia in ordine, infatti è raccomandabile, prima eseguire un check up di valutazione globale delle condizioni globali per poi riequilibrare gli scompensi che risultano essere implicati nel disordine della postura.

È importante consultare il medico prima di iniziare qualsiasi programma terapeutico o di esercizio motorio. È inoltre importante ascoltare il proprio corpo e annotare eventuali sensazioni, sintomi o presentimenti, in modo da poterli successivamente riferirli al terapista.

Il sistema Policettivo, utilizza speciali cuscini che hanno una tecnologia che si basa nello stimolare i recettori cutanei che sono fondamentali per il controllo delle funzioni posturali poiché forniscono informazioni al sistema nervoso centrale riguardo alla posizione del corpo nello spazio e alle forze in gioco sulla pelle. Questi recettori, chiamati anche propriocettori, sono presenti in tutto il corpo e sono responsabili della percezione della pressione, della posizione e del movimento. La loro attivazione innesca reazioni sia orizzontali, a livello metamerico, sia verticali attraverso le strutture centrali che consentono al sistema nervoso di adattare il tono muscolare e la postura in risposta alle variazioni dell’ambiente esterno e alle esigenze dell’attività fisica. Inoltre, i recettori cutanei sono anche importanti per la percezione del dolore e del tatto, e per la regolazione della temperatura corporea. Interagendo attraverso l’esercizio fisico mirato e combinato, attivando in modo selettivo determinati recettori cutanei, si può ottenere una specifica reazione adattativa del corpo attraverso i meccanismi regolatori del STP. Questo metodo, permette di condizionare selettivamente determinate zone del corpo, specifiche articolazioni o gruppi muscolari. L’innovazione di questo sistema, utilizza l’evidenza scientifica già conosciuta, innovandone il metodo di applicazione. Solitamente è utilizzato da Fisioterapisti specializzati, che in prima analisi, valutano attraverso un software dedicato, gli squilibri posturali di rilievo, strutturano un programma seguendo il protocollo raccomandato di intervento, e successivamente, avvalendosi dei cuscini Policettivi e GKBOX® per ottenere una stimolazione tonico posturale selettiva e molto intensa. Uno dei vantaggi è che parte della ricalibrazione posturale avviene in posizione eretta, a carico gravitazionale totale, in modo da osservare direttamente le influenze di tutte le forze cinetiche nell’intero sistema.

Per poter utilizzare il sistema Policettivo è necessario seguire le istruzioni formative che permettono al professionista di orientarsi al meglio attraverso le proprie competenze, nell’uso di tutti gli strumenti e accessori in dotazione, come ad esempio il software, il GKBOX® o i cuscini specifici.

Attraverso questo sistema, oltre a migliorare la reattività muscolare, migliorare l’equilibrio statico e dinamico del corpo, permette di ottenere una postura corretta, che consente una distribuzione equilibrata del peso della massa su tutte le articolazioni e sui muscoli, evitando che alcune parti del fisico siano sottoposte a un sovraccarico eccessivo. Inoltre, un portamento corretto consente una maggiore flessibilità e una maggiore gamma di movimenti delle articolazioni, migliorando la capacità di eseguire attività quotidiane.

Inoltre, l’equilibrio globale del corpo, può migliorare la respirazione, la digestione, e il metabolismo, poiché una postura corretta consente una maggiore apertura del torace, facilitando l’entrata di aria nei polmoni e una libertà di funzione agli organi digestivi, oltre ad aumentare il metabolismo basale, grazie ad una buona ossigenazione e aumento dell’energia e la concentrazione, poiché una postura perfezionata è associata a una maggiore attività cerebrale e a una maggiore attenzione ad ogni azione.

Tutto questo fa comprendere, quanto sia importante ottenere un corretto equilibrio posturale, attraverso una postura funzionale, permette di prevenire problemi di salute a lungo termine oltre a risolvere molteplici criticità dolorose di tutto il sistema muscolo scheletrico del corpo.

Sistema Policettivo

Sei un professionista? Scopri anche tu il sistema Policettivo®

Contattaci per conoscere le date dei corsi di formazione o come poter ottenere tutta la strumentazione . Marchio e Brevettato ®

Brevettato

Leggi anche...

Tensione Muscolare, Emicrania, Trigger Point Miofasciali, Cefalea a Tensione, Nevralgia Occipitale
Mal di Testa Cronico? cefalee o emicranie? Scopri il coinvolgimento della Galea Capitis.

La galea capitis è uno strato di tessuto fibroso e resistente che ricopre il cranio, situato sotto la cute. Fa parte dell’aponeurosi epicranica, un’espansione tendinea dei muscoli frontale e occipitale. Le sue funzioni principali sono facilitare il movimento dei muscoli del cuoio capelluto e fornire un cuscinetto protettivo per il cranio.

Tuttavia, la galea capitis gioca anche un ruolo chiave in varie condizioni legate al mal di testa. Quando i muscoli del cuoio capelluto sono tesi o contratti, possono esercitare trazione sulla galea capitis, causando dolore e cefalea. Questa struttura può essere coinvolta nell’emicrania, nella cefalea a tensione, nella nevralgia occipitale e nella cefalea cervicogenica.

La galea capitis può sviluppare trigger point miofasciali, nodi dolorosi nei muscoli o nei tessuti connettivi, che contribuiscono alle cefalee. Le terapie per alleviare la tensione sulla galea capitis includono massaggi, rilassamento muscolare e rilascio dei trigger point.

Inoltre, la galea capitis riveste un’importanza cruciale in interventi di chirurgia plastica come i trapianti di capelli e i lifting del viso, consentendo la corretta mobilizzazione e ricostruzione dei tessuti del cuoio capelluto.
Tensione Muscolare, #Emicrania, Trigger Point Miofasciali, #Cefalea a #Tensione, #Nevralgia Occipitale

Gli alimenti e articolazioni
La Dieta Mediterranea e l’Attività Fisica: Alleati per la Salute delle Articolazioni

Si evidenzia l’importanza di evitare certi alimenti per ridurre l’infiammazione e migliorare la salute delle articolazioni. Gli alimenti da limitare o evitare includono zuccheri aggiunti, latticini (a causa della caseina), grassi saturi e trans (presenti in cibi trasformati e fast food), carboidrati raffinati (come pane bianco e riso bianco), oltre a alcol e tabacco, noti per le loro proprietà infiammatorie. Riducendo il consumo di questi alimenti, si può contribuire a mitigare il dolore articolare e promuovere una migliore salute delle articolazioni.